Versare il corrispettivo per la gestione del servizio raccolta rifiuti (ex TARI)

Versare il corrispettivo per la gestione del servizio raccolta rifiuti (ex TARI)

Il Comune di Marmirolo ha deciso di applicare in luogo della TARI (tassa per i rifiuti) un prelievo in forma di corrispettivo in quanto, in ottemperanza alle disposizioni normative, ha attivato per ogni tipologia di utenza la misurazione della frazione secca residua (indifferenziato).

Il corrispettivo per i rifiuti, secondo le disposizioni di legge, si applica a chiunque possieda o detenga, a qualsiasi titolo, locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani ed assimilati e  deve garantire la copertura di tutti i costi necessari per la realizzazione ed erogazione del servizio di gestione dei rifiuti urbani ed assimilati.

La prima fattura è relativa al costo per la gestione dei rifiuti urbani e assimilati, per il primo semestre dell’anno calcolato sulla base delle tariffe deliberate dal Comune.

La modalità di calcolo del prelievo non ha subito modificazioni rispetto agli scorsi anni ed è così articolato: 

  • quota fissa:
    • per le utenze domestiche: è determinata una tariffa (€/mq) diversificata in base al numero di componenti il nucleo familiare
    • per le per le utenze non domestiche: è determinata una tariffa (€/mq) diversificata in base alla tipologia di attività svolta.
  • quota variabile 1 - costi per la raccolta differenziata:
    • per le utenze domestiche: è determinata una tariffa (€/utenza) in forma parametrica rispetto al numero di componenti del nucleo familiare
    • per le utenze non domestiche: è determinata una tariffa (€/mq) con riferimento alla tipologia di attività svolta ed alla diversa attitudine alla produzione di rifiuti.
  • quota variabile 2 a misura:
    • per tutte le tipologie di utenza: è determinata una tariffa base in ragione della quantificazione volumetrica (litri) del rifiuto residuo secco conferibile. La quota si applica come segue:
      • anche in assenza di svuotamenti si applica sempre il costo riferito alla soglia minima indicata nella delibera comunale di approvazione delle tariffe, considerato tale limite minimo il valore ineludibile di conferimento di detta frazione di rifiuto
      • agli svuotamenti eccedenti effettuati e rientranti nel limite dei conferimenti fino alla soglia superiore si applica lo stesso costo della soglia inferiore
      • agli svuotamenti eccedenti effettuati oltre il limite della soglia superiore si applica il costo maggiorato per la sola parte eccedente.

Nella prima fattura (acconto) si  troverà l’addebito del 50% del totale dei costi per quanto riferito alla quota fissa, alla quota variabile 1 e alla quota variabile 2 (a misura) esclusivamente riferito ai volumi della soglia inferiore deliberati dal Comune per la  tipologia di utenza.

Qualora si riscontrassero imprecisioni o inesattezze sulla fattura, in particolare nei dati fiscali, anagrafici o riferiti all’utenza, segnalare tempestivamente presso uno degli sportelli del Gruppo TEA oppure far riferimento a:

Call Center

numero verde: 800.473165 da rete fissa oppure 199143232 da cellulare dal lunedì al venerdì dalle ore 08:00 alle ore 18:00, il sabato dalle 09:00 alle 13:00

posta elettronica: clientii@teaspa.it

Si segnala che è stato attivato il nuovo sportello online, ConTea, che consente, tra l’altro, di attivare la notifica di emissione di nuove fatture e scaricare online le bollette dei servizi ambientali, energetici e idrici. Dal sito di Tea, www.teaspa.it, si potrà con semplicità fare la registrazione a ConTea sportello online e consultare, con comodità, tutte le informazioni relative alle proprie utenze.

Puoi trovare questa pagina in

Aree tematiche: Casa Tasse
Sezioni: Tributi
Ultimo aggiornamento: 04/10/2021 12:24.03